masmap

Triangolo Lariano dal Vandelli ad oggi

La Natura sente in certo modo il bisogno di rivelarsi, di esprimere il ritmo e le fatiche della propria vita, di trasmettere fino alla nostra coscienza i contorni del suo esistere, le personalità dei suoi esseri singolari, il significato che, pure oscuramente, ogni cosa animata o inanimata, sa di possedere. (Giulio Confalonieri)

Il Triangolo Lariano, racchiuso tra i rami del Lario e le colline brianzole, da sempre fa sfoggio di bellezze naturali e paesaggistiche, alle quali difficilmente si riesce a restare indifferenti.

Da queste bellezze ci siamo lasciati affascinare, tanto da intraprendere un viaggio alla scoperta di quegli elementi, anche impercettibili, che contribuiscono in maniera decisiva alla definizione della fisionomia di questo territorio.

L’ispirazione per questo viaggio deriva sia dalla nostra vocazione prima e formazione poi, sia dal nostro incontro con il Saggio d’Istoria Naturale del Lago di Como della Valsasina e altri luoghi lombardi, opera di Domenico Vandelli del 1763 (edita dall’Editoriale Jaca Book di Milano nel 1989 su iniziativa dell’Assessorato all’ambiente della Provincia di Como).

Lo scopo di questo viaggio? La conoscenza e la consapevolezza di quanto c’è, rapportandolo anche con analisi del passato, per comprenderne sia l’evoluzione che le tendenze future, intercettando fattori di pressione e promuovendo le più opportune misure di gestione e conservazione.

Climate change, servizi ecosistemici, decarbonizzazione, sono i temi prioritari al momento ma non “del momento”: consapevoli della dinamica del fenomeno (almeno decennale), si è coscienti del fatto che fortunatamente, per moda o per opportunismo, solo in questo triennio questi temi hanno finalmente avuto la giusta, sebbene tardiva, attenzione.

Solo dalla conoscenza però possono essere individuate le migliori strategie percorribili, per concorrere al raggiungimento di obiettivi sia locali che, con le giuste proporzioni, globali.

©ECOSBN   –   Agr. Dott. Alessandro Monti   –   Dott. Massimo Figaroli

Vi invito quindi ad esplorare i contenuti, cliccando sui diversi elementi presenti in mappa, che potete trovare qui, su ECOSBN.it